Road - 2009 - maggio - 24/05/2009 - bicicronaca

24 maggio 2009

NOVECOLLI 2009

CESENATICO

la cronaca ….. pomeriggio di sabato….arriviamo alla spicciolata in quel di Cesenatico…ci accolgono sole mare e tante bici in movimento. Le vele storiche, che l’indomani faranno da guardiani per la partenza della XXXIX novecolli, sono già schierate con i loro forti colori . Ci ritroviamo tutti nell’accogliente giardino dell’Hotel Devon ….. mentre il grande mago ci saluta ed esce per una sgambatina con la sua specialissima, noi ci dirigiamo nell’affollata fiera “ciclo e vento”, una vera “pappa reale” del ciclismo amatoriale, di tutto e di più…..sera, si ritorna alla base per la cena, leggera per i ciclisti, più impegnativa per i familiari accompagnatori !!!!!!!! Tramite paco si unisce a noi, Simone, un ragazzo di Fiano , che circa dieci anni si è trasferito a San Marino per curare una sopravvenuta patologia motoria. Ha lottato in tutti questi anni con forte carattere e oggi sta molto, molto meglio. E’ grande il piacere di vederlo sorridente. Ascolta, condivide a capisce benissimo quando gli prospettiamo la difficoltà del percorso di gara, poiché anche lui è un atleta e gareggia con un particolare tipo di bike….. conosce bene la fatica… come promesso, ti aspettiamo per un uscita insieme !!!! a presto. Dopo il caffè degustato all’aria aperta, scendiamo dalle nostre bike per le ultime regolazioni. Applicati i numeri, si innesca il processo adrenalinico piramidale!!!!!!!!. , scambiata la buonanotte, ci adagiamo in un profondo sonno di attesa .- Ore 04:30 di domenica, la sveglia emette il suo inappellabile, driiiiiinnn!!!!! Ci alziamo, accompagnati dallo sguardo assonnato dei nostri cari, non abituati a tali rituali pre-gara. Scendiamo per la colazione, come sempre ci sono i fatidici “spaghetti”, cerchiamo di non guardare e optiamo per la classica abbondante colazione. Ore 5:30, siamo pronti: appello eugeny –grande mago – segretario – angelot - paco : …. Saliamo in sella e districato lo sciame di ciclisti provenienti da ogni angolo possibile, raggiungiamo la nostra griglia di partenza, color “arancio” ( bel colore !!! ). Subito, Paco con la sua bike zavorrata, ( meno male ), .. sdraia… in terra una giovane donzella con tutta la bici….. inizia così la nostra giornata!!!!!!!!!!!! L’adrenalina sale….... l’attesa non è poi così lunga…… viaaaaa, il lungo serpentone dai mille colori, si snoda con rettile eleganza superando i primi ostacoli, la strada si apre davanti a noi ed inizia la danza!!!! Saltiamo da treno in treno come in un far west e manteniamo una forte andatura per i primi 20 km, di prima mattina non fa beninoooo!!!, svolta secca a sx , saliamo verso Bertinoro, l’andatura e rallentata, ma non troviamo grossi tappi come l’anno passato, in poco tempo siamo gia ai piedi del “polenta” due, tre strappi ed è superato, cerchiamo di rilanciare l’andatura, c’è ancora un pò di fresco, nella valle troviamo uno stravagante passista con appendici da crono che ci pilota fino sotto la seconda salita...., grazie!!, Pieve di Rivoschio, si sale controllati, non la ricordavamo così lunga e dura, dall’alto dell’ultimo tornante si può ammirare l’ascesa dell’interminabile marea umana, uno spettacolo …... breve discesa ed ancora uno strappo che non previsto, impegnativo!!!!.. di nuovo discesa a tutta, oggi la strada e perfettamente asciutta e si spinge….. altro breve tratto vallonato ed ecco l’indigesto “ciola”, otto km di salita, non molla mai, il caldo aumenta inesorabilmente come i km nelle nostre gambe,….sembra terminata, ma le pendenze riprendono a salire…. Scollinamento, seconda sosta per riempire le borracce, oggi occorre tantissima acqua per non rimanere incollati all’asfalto!!!.. picchiata velocissima ed ecco il cartello che aspettavamo da un anno ….. “barbotto km 4 - pendenza massima 18%” . Ormai il sole cocente ed il caldo si sono impadroniti ompletamente dei nostri sensi….. non rimane che controllare per arrivare in fondo....da una casa veniamo completamente docciati da una signora ed il suo magico tubo giallo, saliamo al limite dell’equilibrio, ultimi quattrocento metri…. lo speaker incita tutti e tutto, la gente ai lati incoraggia con un tifo da stadio, ma oggi è veramente dura…. Cerchiamo si spostare la mente dalla fatica immane…., raschiamo il fondo….. ancora…. ancora un poco …. ci diciamo dentro di noi…. Eeeee…ed ecco materializzarsi l’apice dell’amato ed odiato colle…... È fatta, l’euforia prende il sopravvento della stanchezza e percorriamo di buona lena i successivi sali e scendi “taglia gambe” ,…... primi crampi, ce ne saranno altri…. dolore, stringiamo i denti… si continua….. altra postazione di fortuna.., come una visione scorgiamo una grande tinozza di acqua fresca, la ragazza con una brocca ci rinfresca e ricarica i nostri serbatoi vitali che ci condurranno alla meta!!!- Finalmente discesa, qualche strappetto e di nuovo discesa, imboccata la pianura, con caparbietà, riusciamo a rientrare su una mandria scatenata !!??!! composta da circa 70/80 ciclomaniaci, … non si scende sotto i 40 ……ci accomodiamo al centro del vagone con gli occhi incollati alle ruote che ci precedono, svolte …. controsvolte,cavalcavia, ancora cavalcavia... è un incubo fino alla fine…... ed ecco il lungo rettilineo di arrivo….. ai lati è pieno di gente che sembra uno stadio!!!.. un brivido ci pervade…. è andata….., tutti noi abbiamo completato la prova e soprattutto non ci sono stati inconvenienti di sorta… Bene !!! ci uniamo ai nostri tifosi portati direttamente da casa, con quali, a caldo, condividiamo per un attimo, le nostre emozionanti fatiche ciclisticopassionarie .Un pensiero va da noi tutti al nostro amico ciclista Costantino detto “Argentario”,impegnato con la caparbietà che lo contraddistingue, nella sua personale gara con il fato…. Ad oggi sta risalendo posizioni su posizioni e siamo certi , anzi certissimi che c’è la farà … a presto… ti aspettiamo!!!!!!!!!!!! Ciao Roccia…….!!!!!! Con la medaglia al collo ci tuffiamo sotto una meritata doccia e subito ci dirigiamo al ristorante sul ponte mobile, dove tutti insieme degustiamo molteplici pietanze a base di pesce….. ( rifocillati !!!!!!) - tornati in albergo, dopo aver degustato l’ennesimo caffè, salutiamo i coniugi fontana che ripartiranno l’indomani ……. formato anche qui un trenino di auto ( è un vizio ormai !!! ) percorriamo a ritroso il lungo tragitto verso casa……ove giungeremo in serata, stanchi, ma soddisfatti !!!! - Un abbraccio particolare va a tiziana ed elisa che non sono potute venire con noi, ... un grazie al nostro staff di accompagnatori, anna, rita, annarita, patrizia e mattia .. ed un bravo a tutti noi del Gs…….?????????? ….. la storia continua….. non si conosce il poi… ma continua… sempre…e comunque !!!!!!!!!! Angelot